Aforismi di Anacleto Verrecchia

citazioni, frasi, massime, pensieri, riflessioni

[ARCHIVIO AFORISMI]

 

Quando sento parlare di cultura m'irrigidisco. Ho sempre il sospetto che quelli che si riempiono la bocca di cultura siano dei ciarlatani. Le Muse sono discrete e non amano il proscenio.

(Anacleto Verrecchia)

 

Un dio crocifisso è paradossale e un dio circonciso è ridicolo.

(Anacleto Verrecchia)

 

Pensare è difficile, però si può benissimo parlare e scrivere senza pensare.

(Anacleto Verrecchia)

 

L'uomo è un proiettile che la vulva spara verso la tomba.

(Anacleto Verrecchia)

 

L'unica sfortuna di quelli che non sono mai nati è che non sanno nulla della loro fortuna.

(Anacleto Verrecchia)

 

Il congiuntivo è l'indicativo dello scettico.

(Anacleto Verrecchia)

 

L'amore è un allucinogeno che può farci vedere una musa in una manza e un'aquila in una gallina.

(Anacleto Verrecchia)

 

Il mondo è un condominio tra la malvagità e la pazzia: l'una regna e l'altra comanda.

(Anacleto Verrecchia)

 

La falsità del prete si rivela soprattutto nella voce impostata.

(Anacleto Verrecchia)

 

Il fuoco dell'amore cristiano è perfino capace di accendere roghi.

(Anacleto Verrecchia)

 

Autore e webmaster Gabriele Martufi - Ultimo aggiornamento 19/11/2016
Si ringraziano tutti i visitatori dal 16/7/2001:


click tracking

Tutti i diritti riservati - All rights reserved