Aforismi di Emil Cioran

citazioni, frasi, massime, pensieri, riflessioni

[ARCHIVIO AFORISMI]

 

Beati tutti coloro che, nati prima della Scienza, avevano il privilegio di morire alla loro prima malattia.

(Emil Cioran)

 

Non si scrive perché si ha qualcosa da dire ma perché si ha voglia di dire qualcosa.

(Emil Cioran)

 

La morte è uno stato di perfezione, il solo alla portata di un mortale.

(Emil Cioran)

 

Chi non ha sofferto non è un essere: tutt'al più un individuo.

(Emil Cioran)

 

Se la morte non fosse una forma di soluzione, i viventi avrebbero trovato un modo qualsiasi di aggirarla.

(Emil Cioran)

 

La vecchiaia, in definitiva, non è che la punizione di essere vissuti.

(Emil Cioran)

 

La speranza è la forma normale del delirio.

(Emil Cioran)

 

Si vive nel falso fino a che non si è sofferto. Ma quando si comincia a soffrire, si entra nel vero soltanto per rimpiangere il falso.

(Emil Cioran)

 

Davanti a quest'ammassarsi di tombe, si direbbe che la gente non abbia altra occupazione che quella di morire.

(Emil Cioran)

 

La timidezza, fonte inesauribile di disgrazie nella vita pratica, è la causa diretta, anzi unica, di ogni ricchezza interiore.

(Emil Cioran)

 

Autore e webmaster Gabriele Martufi - Ultimo aggiornamento 15/11/2016
Si ringraziano tutti i visitatori dal 16/7/2001:


click tracking

Tutti i diritti riservati - All rights reserved