Aforismi di Giovanni Gaggino

citazioni, frasi, massime, pensieri, riflessioni

[ARCHIVIO AFORISMI]

 

È ben vero che il fumare e il bere sono una peste dell'umanità; pure in certi momenti sono uno svago che reca l'oblio del male.

(Giovanni Gaggino)

 

Riconoscere la propria ignoranza, è grandezza.

(Giovanni Gaggino)

 

La vanità come l'ambizione cresce col successo.

(Giovanni Gaggino)

 

Ci vuole più a trovare un buon socio, che una buona moglie.

(Giovanni Gaggino)

 

La necessità avvilisce, come la ricchezza insuperbisce, umilia l’uomo dabbene, fa un birbante del cattivo.

(Giovanni Gaggino)

 

La moneta tenuta inoperosa a nulla serve, e rende schiavo chi la possiede.

(Giovanni Gaggino)

 

Nelle imprese ove non è rischio, non vi può essere gloria.

(Giovanni Gaggino)

 

Soltanto l'ignorante può ritenersi felice; per chi ha cuore gentile ed intelletto sveglio, i mali che affliggono l'umanità bastano a renderlo infelice.

(Giovanni Gaggino)

 

I tempi più difficili a vincere sono quelli della tristezza.

(Giovanni Gaggino)

 

Il vero amico dell'uomo è sé stesso.

(Giovanni Gaggino)

 

Autore e webmaster Gabriele Martufi - Ultimo aggiornamento 19/11/2016
Si ringraziano tutti i visitatori dal 16/7/2001:


click tracking

Tutti i diritti riservati - All rights reserved