Aforismi di Luc de Clapiers de Vauvenargues

citazioni, frasi, massime, pensieri, riflessioni

[ARCHIVIO AFORISMI]

 

Gli sciocchi non capiscono le persone intelligenti.

(Luc de Clapiers de Vauvenargues)

 

Poche massime sono vere sotto ogni aspetto.

(Luc de Clapiers de Vauvenargues)

 

Non siamo più grati ai nostri amici della stima che hanno delle nostre buone qualità, appena osano accorgersi dei nostri difetti.

(Luc de Clapiers de Vauvenargues)

 

Non appena un'opinione diventa comune, non occorre alcun'altra ragione per indurre gli uomini ad abbandonarla e ad abbracciare l'opinione contraria, fino a che questa invecchi a sua volta ed essi abbiano bisogno di distinguersi in altro modo.

(Luc de Clapiers de Vauvenargues)

 

È falso che l'eguaglianza sia una legge di natura: la natura non ha fatto nulla di eguale. La sua legge sovrana è la subordinazione e la dipendenza.

(Luc de Clapiers de Vauvenargues)

 

Talvolta amiamo anche le lodi che non crediamo sincere.

(Luc de Clapiers de Vauvenargues)

 

Come è naturale credere molte cose senza alcuna dimostrazione, non è meno naturale dubitare di molte altre malgrado le prove.

(Luc de Clapiers de Vauvenargues)

 

Gli scrittori mediocri contano più ammiratori che invidiosi.

(Luc de Clapiers de Vauvenargues)

 

Sappiamo più cose inutili di quante ne ignoriamo necessarie.

(Luc de Clapiers de Vauvenargues)

 

Gli uomini sembrano nati per ingannare, e per esserlo.

(Luc de Clapiers de Vauvenargues)

 

Autore e webmaster Gabriele Martufi - Ultimo aggiornamento 14/11/2016
Si ringraziano tutti i visitatori dal 16/7/2001:


click tracking

Tutti i diritti riservati - All rights reserved