Aforismi di Ludwig Wittgenstein

citazioni, frasi, massime, pensieri, riflessioni

[ARCHIVIO AFORISMI]

 

Nessuna confessione religiosa ha tanto peccato per abuso di espressioni metafisiche quanto la matematica.

(Ludwig Wittgenstein)

 

Il talento è una fonte da cui sgorga acqua sempre nuova. Ma questa fonte perde ogni valore se non se ne fa il giusto uso.

(Ludwig Wittgenstein)

 

Il pensatore somiglia molto al disegnatore che vuole riprodurre nel disegno tutte le connessioni possibili.

(Ludwig Wittgenstein)

 

Religione come pazzia è pazzia da irreligiosità.

(Ludwig Wittgenstein)

 

Le opere dei grandi maestri sono soli che sorgono e tramontano attorno a noi. Tornerà così il tempo per ogni grande opera che ora è tramontata.

(Ludwig Wittgenstein)

 

Nella corsa della filosofia vince chi sa correre più lentamente. Oppure: chi raggiunge il traguardo per ultimo.

(Ludwig Wittgenstein)

 

Il filosofo è un uomo che deve guarire in sé molte malattie dell'intelletto prima di poter giungere alle nozioni del sano senso comune.

(Ludwig Wittgenstein)

 

Se gli uomini non commettessero talvolta delle sciocchezze, non accadrebbe assolutamente nulla d'intelligente.

(Ludwig Wittgenstein)

 

La religione è per così dire il fondale marino più profondo e calmo, che rimane tranquillo per quante alte siano le onde in superficie.

(Ludwig Wittgenstein)

 

Per chi sa troppo è difficile non mentire.

(Ludwig Wittgenstein)

 

Autore e webmaster Gabriele Martufi - Ultimo aggiornamento 15/11/2016
Si ringraziano tutti i visitatori dal 16/7/2001:


click tracking

Tutti i diritti riservati - All rights reserved